Capire il linguaggio del corpo in un batter d’occhio

Categories: Articoli, In evidenza, Notizie Flash

Il cervello legge le emozioni in un attimo

Il cervello legge le emozioni in un attimo

Quando é importante comprendere le emozioni, le intenzioni e la veridicità di quello che ci dicono i nostri interlocutori, tendiamo ad “alzare le antenne” ponendo maggiore attenzione al loro comportamento non verbale…tuttavia, la nostra capacità di giudizio al riguardo lascia piuttosto a desiderare.

Non così, i nostri processi inconsci. Il cervello, infatti, é un asso nel cogliere le incoerenze tra le espressioni facciali e pose, movimenti e gesti o tra questi ultimi e ciò che viene asserito a parole: gli basta una manciata di millisecondi (300 per la precisione) per appurare se dei messaggi sono discordanti.

Lo ha dimostrato una recente ricerca condotta da un’equipe di scienziati dell’Università la Bicocca e di altri istituti, tra cui il dipartimento di scienze cognitive dell’Università di San Diego.

Per appurarlo, gli scienziati Alice Mado Proverbio, Marta Calbi, Mirella Manfredi e Alberto Zani hanno reclutato 30 studenti universitari e hanno fatto loro osservare 280 foto di individui ripresi mentre mostravano un’atteggiamento del volto e del corpo. Le immagini apparivano per un tempo molto rapido; le scene erano precedute da una breve frase che in metà dei casi era coerente con quanto mostrato fisicamente e nell’altra metà strideva del tutto.

Al tempo stesso, la loro attività cerebrale veniva misurata con la tomografia elettromagnetica a bassa risoluzione (LORETA, low resolution electromagnetic tomography). Nello specifico, l’obiettivo era valutare se in coicidenza con le incongruenza si attivassero delle aree cerebrali e quali.

L’analisi dei dati ha effettivamente provato l’ipotesi dei ricercatori: quando i messaggi divergevano venivano registrati degli ERP (potenziale evento-correlato), cioé onde legate ad una specifica percezione.

In particolare, si é osservato che questi segnali erano rilevabili in corrispondenza del giro retto destro della corteccia orbito frontale ventromediale (che svolge un ruolo importante nel cogliere e comprendere le emozioni negative), il giro uncinato (parte del sistema limbico, essenziale nel valutare le emozioni), la corteccia cingolata, la regione che ha il compito di elaborare gli atteggiamenti del volto e del corpo e la corteccia premotoria che é coinvolta nella comprensione del senso delle azioni).

Per approfondire

Nel loro insieme, questi risultati dimostrano che le espressioni facciali e la mimica del corpo vengono elaborate dalle strutture emotive del cervello e che vangono rapidamente confrontate con quanto viene detto verbalmente.

Questo significa che se dessimo maggiore ascolto al nostro intuito (frutto di queste interazioni cerebrali) potremmo distinguere la verità dalla menzogna o se quello che uno dice corrisponde o meno a quello che esprime con il corpo senza bisogno di essere mentalisti, emuli di Cal Lightman di “Lie to me” o aver seguito degli specifici corsi sul linguaggio del corpo o sulle espressioni emotive del volto!