Fare dell’arte allevia lo stress

Categories: Articoli, In evidenza, Notizie Flash

Fare arte riduce lo stress

Fare arte riduce lo stress

Numerose indagini hanno individuato degli antidoti allo stress: fare attività fisica, praticare un hobby, passeggiare nella natura e perfino lavare i piatti in modo concentrato.

Ora, però, per la prima volta, un rimedio é stato testato misurando i parametri fisiologici che indicano il livello di stress.

Più precisamente, un gruppo di partecipanti é stato invitato a dedicarsi alla creazione artistica.
Per verificare il suo effetto hanno misurato il livello di cortisolo (l’ormone legato allo stress e alla vigilanza).

Bene, in un breve lasso di tempo, in quasi tutti i volontari, era calato in modo sorprendente.
A scoprirlo sono stati Girija Kaimal, Kendra Ray e Juan Muniz, conducendo lo studio nei laboratori della Drexel University.

I ricercatori hanno coinvolto nell’esperimento 39 adulti di età compresa tra i 18 e i 59 anni.
I volontari sono stati invitati a dedicarsi a delle attività artistiche per 45 minuti:
Tutti sono stati dotati di diversi tipi di materiali e strumenti, per scegliere la forma d’arte preferita.

Prima e dopo lo “svago” sono stato prelevati dei campioni di saliva per analizzare il tasso di cortisolo.

È’ stato così possibile appurare che nel 75% dei soggetti il cortisolo era calato in misura significativa! Nel restante 25% il cortisolo era aumentato, per quanto dichiarassero di aver vissuto un’esperienza piacevole.

Verosimilmente, commentano gli autori, in questi ultimi lavorare con argilla o pennelli ha suscitato un senso di eccitazione, coerente con i tassi misurati del l’ormone.

Un partecipante che aveva riportato un senso di sollievo ha dichiarato: “é stato molto rilassante. Dopo circa cinque minuti, mi sono sentito meno ansioso; ho cominciato a sentirmi meno preoccupato e più fiducioso e positivo riguardo alla mia vita e ai miei soliti assilli“.

Alla luce di questo risultato, Kaimal e colleghi prevedono di ampliare lo studio per esplorare se l’ espressione creativa in un contesto terapeutico possa efficacemente aiutare a ridurre lo stress.

Con questo obiettivo, i ricercatori intendono misurare altri biomarker del benessere, come l’alfa amilasi (un enzima del pancreas, che cresce di pari passo al tasso di adrenalina) e l’ossitocina (il cosiddetto ormone dell’amore, legato alla rilassatezza, all’empatia e al piacere di stare in compagnia).