L’infezione da candida può portare alla depressione

Categories: Articoli, In evidenza, Notizie Flash

La candida e il cervello

La candida e il cervello

La candida (il cui “ceppo” più noto é la candida albicans) é un parassita responsabile della temuta e diffusa infezione genitale (la candidosi), ma sembra parte in “causa” nello sviluppo di disturbi emotivi e nel deterioramento delle facoltà di pensiero.

Si tratta di un fungo che si trova naturalmente nel tratto digestivo umano. Già additato come “sospetto” nella genesi dei tumori”, viene ora collegato alle malattie mentali grazie ad una recente ricerca.

Lo hanno messo in luce gli psichiatri Emily Severance, Kristin Gressit e Robert Yolken.

Gran parte della produzione di ormoni del corpo si verifica nel tratto intestinale. Ad esempio. circa il 95% della serotonina, il neurotrasmettitore più importante della regolazione dell’umore, è prodotto all’interno del nostro intestino.

Quando la concentrazione di candida raggiunge un certo livello, sembra alteri la secrezione di neurotrasmettitori come, appunto, la serotonina. La carenza di questo mediatore chimico porta a disturbi dell’umore, ad ansia e ad altri problemi psicologici.

L’acetaldeide, un “prodotto di metabolismo” della candida interagisce, inoltre, con il neurotrasmettitore dopamina; cosa che può determinare problemi mentali come ansia, senso di debolezza e apatia e scarsa concentrazione.

La candida, per altro, altera la capacità del fegato di immagazzinare la vitamina B12. L’essere umano non ha bisogno di concentrazioni alte di B12, ma se é bassa, aumenta il rischio di depressione e deficit della memoria.