Lui é attratto da te?

Categories: Articoli, Articoli sul linguaggio del corpo, In evidenza

I segnali del corteggiamento

Silvia Finazzi, Donna Moderna, 2 maggio 2018, pag. 145-146- intervista a Marco Pacori.

Vorresti osare, ma lui non ti ha ancora fatto capire se è davvero attratto. E così tu ti senti a un bivio e non sai più come muoverti. Prova a osservarlo meglio. A volte gesti apparentemente banali e insignificanti forniscono indizi chiari. Devi solo essere in grado di coglierli.

Perché leggere questo articolo

Se le parole possono essere fuorvianti, il corpo non mente mai. Specialmente quando si tratta di un fatto così istintivo come la seduzione. Conoscere i gesti dell’attrazione e quelli del rifiuto, dunque, aiuta a capire quando si può andare avanti e, al contrario, quando è il caso di fermarsi. Il sesso femminile, in questo, parte avvantaggiato. “Le donne sono più perspicaci nel cogliere i segnali inespressi. Non solo perché, rispetto agli uomini, vengono educate a percepire la propria e altrui motilità e hanno un cervello maggiormente predisposto a riconoscere le emozioni, ma anche perché, dovendosi occupare di neonati, imparano meglio a riconoscere i bisogni rivelati attraverso il corpo” dice lo psicologo Marco Pacori, esperto di linguaggio del corpo e autore del libro “Il linguaggio del corpo in amore” (Sperling&Kupfer, collana Pickwick). A patto che non si lascino trascinare dall’insicurezza.

Si tocca i capelli

Il contatto con le parti ricoperte di peli stimola dei particolari recettori che comunicano direttamente con l’ipotalamo, la parte emotiva del cervello, suscitando una sensazione di estremo piacere. Se, dunque, lui si sfiora barba e capelli mentre è con te vuol dire che non vorrebbe essere da nessun’altra parte. A maggior ragione se il tocco è simile a una carezza. Un uomo che si passa delicatamente una mano sui capelli, partendo dall’arco sopraccigliare e sfiorando anche le orecchie, o che si “pettina” la barba ti sta lanciando un messaggio forte e chiaro: vorrebbe che fossi tu a perlustrare il suo corpo in quel modo e lui non aspetta altro che fare lo stesso con te. Perché tu non rispondi sfiorando e accarezzando il lembo del tuo vestito o i bottoni della tua camicetta?

Allarga le bracca lungo i fianchi

Un uomo che è attratto da una donna e vuole sedurla attiva la cosiddetta “modalità inspiratoria”: gonfia il petto, alza il dorso ed espande il torace per mostrarsi in tutta la sua prestanza fisica, un po’ come fa il pavone quando apre la coda. Allargare le braccia rende la posa ancora più dominante e aumenta l’impressione delle proprie dimensioni fisiche. Quando lui compie questo gesto sta cercando di attirare la tua attenzione e di lanciarti un chiaro messaggio: guarda quanto sono possente. Tu puoi rispondergli piegando la testa di lato o in maniera ancora più esplicita, passandoti la lingua sul labbro superiore.

Sostiene il tuo sguardo

Alcuni studi hanno dimostrato che quanto più un uomo osserva una donna in volto e tanto è coinvolto dal punto di vista sentimentale. Se poi la guarda dritto negli occhi, sostenendo il suo sguardo, significa che prova un forte desiderio ed è cotto a puntino. Per spingerlo a buttarsi, non fare la timida, ma mantieni il contatto oculare: infatti, lo scambio di sguardi fa scattare la scintilla e ti rende ancora più interessante. Ma dopo tre secondi, indirizza la tua attenzione su altro, altrimenti rischi di metterlo in soggezione. Dopo qualche istante, guardalo una seconda volta, anche in maniera veloce e furtiva: in questo modo, avrai la (quasi) certezza che si farà avanti.

Nasconde le mani

Un uomo “in caccia” tende a gesticolare molto, ad appoggiare le mani su zone chiave del proprio corpo, a sfiorare la donna. Quando, dunque, lui nasconde le mani in tua presenza, per esempio, portandole dietro la schiena o sotto le cosce, c’è qualcosa che non va. Potrebbe non essere particolarmente disposto ad aprirsi, poco sincero o forse essere semplicemente timido. Scopri, se la sua è solo insicurezza cercando di incoraggiarlo e mostrando spudoratamente il tuo interesse: sii più civettuala, sorridi, muoviti sinuosamente. Sì, anche a piegare la testa: è un gesto che riporta all’infanzia e ti rende innocua e indifesa ai suoi occhi.

Si sfrega il naso

È un impulso istintivo che tutti noi proviamo quando una situazione ci fa sentire a disagio: tutta colpa di una reazione involontaria che parte dal cervello e arriva fino alla parte interna del naso, provocando una sensazione di formicolio e prurito. Se un uomo lo fa con te non è un buon segno. Forse hai detto o fatto qualcosa che non ha gradito? In questo caso, non tutto è perduto. Per esempio, lui può averlo fatto dopo che ti sei avvicinata troppo: recupera facendo un passo indietro e dandogli un po’ di tempo in più. Se però il suo gesto non è una reazione a un tuo comportamento in particolare, meglio che non ti fai illusioni: esprime un rifiuto a pelle.

Indossa sempre gli occhiali da sole

Non è un gesto particolarmente positivo. Ma un conto è se lui si rifugia dietro a lenti scure solo quando è con gli altri, un conto se lo fa anche e soprattutto con te. In quest’ultimo caso, non ignorare il campanello di allarme. Si tratta, infatti, di un segnale di netto rifiuto: indossando gli occhiali da sole anche quando non sarebbe opportuno, infatti, ti impedisce di guardarlo direttamente negli occhi e, dunque, di “accedere” a una delle zone privilegiate per leggergli dentro. È come se ti stesse dicendo: non voglio che accorci le distanze e vai oltre. Meglio, dunque, cambiare strada.


Forse non sapevi che …

• Sei tu a condurre il gioco. Le donne, infatti, sono molto più abili a mettersi in mostra e usare in modo consapevole il proprio corpo. Se, dunque, vuoi che lui ti noti non ti resta che lanciargli delle occhiate, camminare sinuosamente per la stanza, accarezzarti i capelli mentre lo guardi, metterti in un angolo o comunque in un posto isolato, in cui lui possa raggiungerti. Aspetta poi di vedere come risponde.

• Il sorriso non sempre è un buon segno. Se lui sorride aggrottando le sopracciglia verso il naso e creando così pieghe verticali sulla fronte, non vuole essere toccato e non si fida di te. Se, invece, mentre sorride, espande il viso e alza gli occhi, accentuando le zampe di gallina, puoi tirare un sospiro di sollievo: significa che sta provando piacere.

Per approfondire

• Se lui è attratto da te, anche la sua voce te lo dice: infatti, tende ad abbassarsi facendosi più sussurrata e dai toni soft. Se, invece, rimane alta o metallica meglio cambiare preda.

• Se scatta la scintilla, l’interazione sul piano non verbale diventa una specie
di tango, dove i suoi movimenti sono seguiti da tuoi precisi “passi”. Le vostre movenze diventeranno sempre più sincronizzate e vostri corpi si avvicineranno sempre di più, fino a toccarsi.