Search Results for ""

Il Linguaggio segreto dei  Sintomi

Il Linguaggio segreto dei Sintomi

  Compralo su o in formato * Scarica un estratto del libro AUTORE: Marco Pacori TITOLO: Il Linguaggio Segreto dei Sintomi EDIZIONI: Sperling&Kupfer, 8 marzo 2016 CONTENUTO: Che corpo e mente si influenzino a vicenda è ormai accertato scientificamente. Disturbi, dolori, malattie non dipendono quindi solo da cause fisiologiche, ma possono essere – e spesso lo sono, confer...

Benessere e malattia nascono nella mente

Benessere e malattia nascono nella mente

Svelato il rapporto mente-corpoGaia Giorgetti, Natural Style N. 152 – Febbraio 2016, pag. 78-83 – intervista a Marco Pacori. Sentimenti, emozioni e cellule: tutto si lega dentro di noi. E la scienza, ora, lo dimostra: chi è più sereno, ottimista e rilassato ha maggiori capacità di proteggersi dalle malattie, dal Parkinson al diabete, al semplice raffreddore.E una migliore capacità...

Intelligenza corporea: in piedi si apprende meglio

Intelligenza corporea: in piedi si apprende meglio

La posizione eretta rende più “svegli”Uno dei motivi che rendono noiose le lezioni scolastiche o universitarie e che contribuiscono all’irrequitezza e alla disattenzione va sicuramente attribuito alla prospettiva di passare ore seduti ai banchi. Recenti studi hanno dimostrato che l’alternarsi di fasi in cui adagiamo i “lombi” e momenti di animazione e movimento...

Se soffri d’ansia sbandi a sinistra

Se soffri d’ansia sbandi a sinistra

L’ansia fa camminare spediti e “storti” Movimenti, posture, sguardi, gesti e perfino la falcata possono riflettere la nostra età, il genere sessuale, la nostra personalità e i nostri atteggiamenti. Mentre, le ricerche su espressioni del volto, cambiamenti di postura, gesticolazioni e variazioni vocali sono numerose, poca attenzione é stata data al modo di camminare. Eppure, si...

Perché teniamo la porta aperta per far passare qualcuno?

Perché teniamo la porta aperta per far passare qualcuno?

Essere servizievoli pagaNella nostra vita sociale, facciamo numerose azioni in modo quasi automatico, pensando che si tratti solo di buone maniere. Ad esempio, possiamo lasciare il posto in corriera quando sale un anziano o offrire sostegno a qualcuno che vediamo barcollare sull’autobus, oppure tenere la porta aperta, dopo averla oltrepassata, se scorgiamo una persona approssimarsi alle nost...

Probiotici per il cervello

Probiotici per il cervello

Presi per il naso…un odore impercettibile può condizionarci

Presi per il naso…un odore impercettibile può condizionarci

Condizionati da un vago odoreQuando incontriamo qualcuno, o talvolta anche se semplicemente lo incrociamo, automaticamente il nostro cervello fa una serie di complesse valutazioni sulla base del suo aspetto, della circostanza o del luogo in cui ci troviamo e perfino sugli odori che provengono dal suo corpo. Sebbene sottovalutato, anche l’odore personale contribuisce all’impatto che sus...

Intelligenza corporea: dimmi cosa ti schifa e ti dirò cosa voti

Intelligenza corporea: dimmi cosa ti schifa e ti dirò cosa voti

Il disgusto é di “destra”Il disgusto é una delle emozioni più primitive: La funzione del disgusto nell’uomo attuale, così come nei suoi antenati, sembra sia di proteggerlo dal contatto con agenti patogeni. Istintivamente, ogni umano sopra i quattro anni d’età prova repulsione per tutti gli organismi che possano portare ad una contaminazione di microbi. Per l’uomo e per ...

I bambini con le orecchie a sventola piacciono di più

I bambini con le orecchie a sventola piacciono di più

Le orecchie a sventola fanno tenerezza La vita può essere dura per i bambini con le orecchie a sventola: questo “difetto” può essere oggetto di derisione e burle e, alla lunga può portare ad un calo dell’autostima. Ora però un nuovo studio riabilità questa imperfezione: se é vero che i padiglioni sporgenti attirano l’occhio, é anche vero che non portano a giudicare ...

Intelligenza corporea: il calore ci rende più empatici

Intelligenza corporea: il calore ci rende più empatici

Il calore scalda l’animoIn una gelida giornata d’inverno una tazza di cioccolata calda é la bevanda che risulta più desiderabile; analogamente, in un torrido pomeriggio d’estate le nostre preferenze vanno ad una granita o ad un gelato. Il motivo, in questi casi, é puramente fisiologico: questi alimenti ci consentono di regolare la temperatura corporea. Caldo e freddo però son...