posts con ‘Marco Pacori’

Un albero é meglio del Prozac

Un albero é meglio del Prozac

Gli alberi sono antidepressivi naturaliL’essere umano é vissuto da sempre circondato da alberi, cespugli e prati: solo da circa un secolo in qua l’urbanizzazione sfrenata ha letteralmente “sdardicato” gli elementi naturali attorno a noi. Tuttavia, non é stata un’epurazione indolore: studi recenti hanno provato che il verde in città o attorno alle nostre case appor...

Ciechi di rabbia: le emozioni influenzano la percezione visiva

Ciechi di rabbia: le emozioni influenzano la percezione visiva

La vista é condizionata dalle emozioniLa medicina riconosce che alcune disfunzioni organiche come l’ipoglicemia, l’ipertesione o la disidratazione possono provocare delle alterazioni dell’acuità visiva; lo stesso, ma in modo più grave, può succedere con malattie come il diabete, l’ipotiroidismo o la sclerosi multipla. Quello che è poco noto é le alterazioni della vist...

Brutto Affare nascere quando fa freddo

Brutto Affare nascere quando fa freddo

Nascere in inverno “porta male”Buona parte degli psicotici sono nati nel periodo invernale. Tutto colpa di una proteina? Una delle frasi che più di frequente chiediamo ad una persona da poco conosciuta è “di che segno sei”. Spesso usiamo questo approccio per farci un’idea di chi abbiamo di fronte … più o meno tutti, infatti, sappiamo che un pesci dovrebbe essere ...

Un guizzo degli occhi rivela quando la “lampadina” ci si accende in testa

Un guizzo degli occhi rivela quando la “lampadina” ci si accende in testa

Le pupille rivelano il pensieroGli occhi, con la loro mobilità, espressività e colore sono la parte del corpo che maggiormente cattura la nostra attenzione. Al loro centro, c’è una specie di diaframma che si dilata o si restringe in relazione all’intensità della luce. Gli studiosi si sono accorti ben presto che questa funzione fisiologica era solo uno dei motivi per cui la pupilla ...

Rapine con l’ipnosi

Rapine con l’ipnosi

Armi spianate, movimenti bruschi e decisi, colpi di avvertimento e ingiunzioni perentorie … é quanto avviene classicamente in una rapina; non pero nelle cosiddette “rapine con l’ipnosi”: qui il malfattore fa gesti misurati, parla in un modo che confonde e disorienta … non si tratta solo di una leggenda metropolinata, Marco Pacori, psicologo lo ha provato, simulandolo...

L’ipnosi non verbale sotto la lente delle neuroscienze

L’ipnosi non verbale sotto la lente delle neuroscienze

Un nuovo modo di intendere l’ipnosi nato dalla coniugazione delle moderne scoperte delle neuroscienze e degli antichi rituali di induzione della trance. L’ipnosi non verbale nasce per trovare una nuova strada nell’induzione ipnotica. Le tecniche tradizionali inducono la trance tramite visualizzazioni che portano ad un rilassamento progressivo della muscolatura e, successivamente, ad un...

Lo sguardo rivela se cerchiamo un partner o un amico

Lo sguardo rivela se cerchiamo un partner o un amico

Amicizia o attrazione? Lo sguardo gioca un ruolo fondamentale nelle interazioni umane, tanto più quando i nostri occhi si posano su qualcuno da cui siamo attratti: allora ad un’occhiata ne segue una seconda; tendiamo a fissare l’altro più a lungo e ad incrociare il suo sguardo. Curiosamente, hanno scoperto gli psicologi Joan Kellerman, James Lewis e James Laird non fissare qualcuno n...

La sindrome da intestino irritabile modifica il cervello

La sindrome da intestino irritabile modifica il cervello

Cervello e intestinoCapita a tutti, quando siamo nervosi, frustrati o preoccupati di non riuscire a buttare giù nemmeno un boccone oppure di mangiare voracemente e senza appetito; o, ancora, di avvertire fitte, brontolii o tensione all’addome. C’è però chi questi sintomi li vive quotidianamente: in questo caso, si tratta di una patologia cronica nota come sindrome dell’intesti...

Per le donne in carriera l’abito fa punteggio

Per le donne in carriera l’abito fa punteggio

L’abito al lavoro fa la differenzaUn tempo c’era l’usanza la domenica di indossare l’abito della festa o della messa … quando chi poteva permettersi più di un abito che non fosse rappezzato o consunto era fortunato. In ogni caso, in quell’epoca, come oggi, un vestito decoroso, non solo dava l’impressione di essere curati, ma faceva sentire la persona mag...

Guarda dove metti i piedi … i tuoi passi parlano di te

Guarda dove metti i piedi … i tuoi passi parlano di te

La maggior parte di noi impara a camminare tra i 12 e i 18 mesi; una volta acquisita la stabilità e l’equilibrio cominciamo a stabilire uno stile particolare nel muoverci; non si tratta solo di una locomozione infatti: la nostra andatura, la lunghezza del passo, l’intensità con cui appoggiamo o pestiamo i piedi per terra tradisce la nostra personalità, l’emozione che proviamo e tante altr...