List
Francesco, un Papa comunicatore

Francesco, un Papa comunicatore

di Valentino Maimone: Francesco ci tocca il cuore, “Il Mio Papa”, marzo 2015: intervista a Marco Pacori

Fin dall’inizio del suo pontificato, già dai primi e indimenticabili “buonasera” o “buon pranzo” rivolti ai fedeli, i media di tutto il mondo hanno esaltato l’abilità comunicativa di papa Francesco.

Pochissimi, però, si sono soffermati su un aspetto della sua indiscutibile capacità di raggiungere i cuori e le anime: l’utilizzo delle mani.

A ciascuno di noi sarà rimasto impresso almeno un gesto del Papa collegato a un concetto o a una situazione… Abbiamo così deciso di provare a raccontarvi i più famosi come la “preghiera delle cinque dita“, lo scanzonato gesto delle corna per dire “I love you” (in inglese significa “Ti amo”) fatto durante il viaggio nelle Filippine o ancora il pugno scherzoso sventolato davanti ai giornalisti in aereo.

Per capirne di più, ci siamo rivolti a uno specialista, il dottor Marco Pacori, psicologo e autore del libro “I Segreti del Linguaggio del Corpo” (pubblicato da Pickwick). Perché la catechesi di Francesco passa anche attraverso l’uso delle mani.

Questo Papa è un professore di linguaggio del corpo. È come se avesse studiato da sempre i meccanismi dell’espressione attraverso la mimica e la gestualità. È una sua dote innata, potrebbe benissimo insegnare“, dice Pacori. “Perfino il presidente americano Obama, particolarmente bravo nell’usare il corpo per comunicare, rispetto a Francesco risulta meno spontaneo, più costruito“.

Perché è così importante il linguaggio del corpo? “Con le parole si trasmettono le sole informazioni“, spiega Pacori, “ma se vuoi manifestare un’emozione o stabilire un contatto, serve altro. Francesco sa che se vuole stabilire un rapporto diretto con la gente; se vuole far capire prima e meglio i suoi concetti, è fondamentale aiutarsi con la gestualità, la propensione al contatto fisico e l’imitazione dei gesti altrui. Cose che gli riescono perfettamente“.

Le mani in particolare rappresetano un’arma comunicativa formidabile: “Se il volto esprime emozioni, le estremità servono soprattutto a sottolineare e dare consistenza a un discorso attivando in chi le guarda più circuiti cerebrali nello stesso tempo. I messaggi sostenuti comunicati in questo modo sono più forti“, aggiunge Pacori.

Il Papa mostra di avere un’innata capacità di trasmettere qualcosa attraverso le mani: le usa per insegnare, rendere più chiari certi concetti, perfino porre se stesso come esempio. Così che le persone, guardandolo, possano dire: “se lo fa il Papa, è giusto e lo faccia anch’io …“.

Per approfondire

Quanto di questa tendenza a gesticolare si deve alle origini latine? “Molto ed è una chiave del suo enorme successo tra le popolazioni sudamericane o mediterrane. Certo, questo stesso aspetto può far storcere il naso ai fedeli più
tradizionalisti, che preferirebbe un papa più istituzionale nei modi e nei toni. Senza capire, per che proprio questa sua caratteristica può aiutarlo a conquistare molti più cuori e anime
“, sottolinea Pacori.

Per continuare a leggere l’articolo, guardare le foto dei gesti e le didascalie, scaricare il PDF cliccando qui!).

Print Friendly, PDF & Email

  Posts

1 2 3 41
maggio 10th, 2019

Psicosomatica: lo stretching é un vero antidoto contro lo stress

aprile 20th, 2019

Psicosomatica: lo sport rigenera il cervello: scoperto come

maggio 17th, 2017

La “formula del sospetto”: il linguaggio del corpo fa capire di chi ti puoi fidare

giugno 16th, 2019

Te la prendi con chi capita a tiro? La causa é nel cervello

giugno 12th, 2019

Quel sorriso mi da i brividi … non sempre questa mimica allieta

giugno 9th, 2019

Scoperto il segreto del sorriso

giugno 8th, 2019

Lo smog é una camera a gas per il cervello

giugno 5th, 2019

Quando il sistema immunitario se la prende con il cervello

giugno 1st, 2019

Quanto piaci dipende anche dal tuo nome

maggio 27th, 2019

Mani che curano

maggio 23rd, 2019

La disidratazione altera il funzionamento del cervello

maggio 17th, 2019

Posture inquietanti? La paura trasmessa dalla posizione del corpo ci mette le ali ai piedi

maggio 13th, 2019

Camminare fa bene all’umore e stimola la creatività