Libri

Formazione

Interviste TV

Rassegna Stampa

Gli ultimi post

  Dal sito web

  Dal profilo Facebook

Covid-19: IL VIRUS NON FA PIU' PAURA! La prima voce si é levata qualche giorno fa ed stata quella di Alberto Zangrillo, direttore della terapia intensiva dell'ospedale San Raffaele di Milano: in un intervista a "Mezz'ora in più" (Rai 3) ha testimoniato come attualmente, non solo i reparti Covid si siano svuotati, ma che gli sparuti pazienti che sono ancora ricoverati non presentano più sintomi (se non lievi) e sono semplicemente in osservazione.
Ora, a questa voce si unisce un coro di specialisti: dello stesso parere sono, infatti, anche Massimo Clementi, docente di microbiologia e virologia, Guido Silvestri professore ordinario e capo dipartimento di Patologia all'Emory University di Atlanta e Roberto Rigoli, direttore del centro di Microbiologia dell’ospedale di Treviso, che afferma testualmente: “Il coronavirus [in Veneto, n.d.r.] è clinicamente spento". Lo ribadisce anche Francesco Le Foche, responsabile del Day hospital di Immunoinfettivologia del Policlinico Umberto I di Roma, in un'intervista a "Libero". Con loro si schiera pure Fabio Truc, fisico teorico, ricercatore e docente universitario, che afferma "questo virus si è stabilizzato su un profilo di aggressività molto più basso rispetto agli esordi". Dello stesso parere é l'immunologo svizzero Beda Stadler, che in un'intervista dichiara: "Le cifre relative all’infezione sono ormai da settimane estremamente basse. Nel frattempo è più probabile fare un cinque al lotto che essere infettato dal virus".
In linea con questa posizione, c'é la sperimentazione di Arnaldo Caruso, presidente della Società italiana di virologia (Siv-Isv), che, assieme ad alcuni colleghi, ha rilevato che il temuto Sars-CoV-2 si sia indebolito; in vitro il virus ha bisogno di 6 giorni per entrare nelle cellule: il doppio del tempo che ci metteva il ceppo "sbarcato" a gennaio in Italia. Lo stesso studioso afferma "prendere il Coronavirus nelle prossime settimane (ora che é innocuo, n.d.r.) potrebbe avere il risvolto positivo di raggiungere un’immunità di gregge".
Di fronte a tutti questi nuovi sviluppi, che senso ha continuare a terrorizzare la gente con un’ipotetica seconda ondata, obbligare all'uso delle mascherine o al distanziamento sociale?!
... Leggi di piùLeggi di meno

Leggi su Facebook

Per chi è sano o asintomatico non c’è NESSUNA RAGIONE di indossare la mascherina. Lo raccomanda l’OMS (Organizzazione mondiale della sanità). Viene consigliato di metterla solo se ci si prende cura di qualcuno infetto dal contagio. ATTENZIONE! il suggerimento non specifica all’esterno; quindi, vuol dire OVUNQUE!!! Questa presa di posizione va in netta controtendenza rispetto alle opinioni di sanitari, governatori o GOVERNI che, incuranti di queste indicazioni, continuano ad obbligarci a indossare il “bavaglio”!
Fonte: Fox News, 28 maggio
... Leggi di piùLeggi di meno

Leggi su Facebook

I commenti

Quanti grazie le devo dare? Ora se pur a livello basico posso provocare un ipnosi non verbale c’è ne voluto di allenamento ma quando i risultati iniziano a fiorire è una sensazione davvero ineguagliabile.
Pensare di andare su un palco e dopo aver fatto i soliti giochi di illusionismo poter far dimentacare il nome,o provocare un induzione ipnotica con una penna o una stretta di mano mi lasciano davvero sbalordito e questo è merito dei suoi libri sia sull’ipnosi che sui messaggi del corpo!
Li consiglio a tutti un mix davvero coinvolgente che vi cambierà il modo di guardare le persone e trarre conclusioni in maniera più tempestiva !
Che dire…GRAZIE DAVVERO!

Federico Cominardi (Su facebook).

Ho letto il tuo libro, “I segreti dell’Intelligenza Corporea” […] Un libro ricco di contenuti, scritto in modo semplice, accessibile a tutti e mai banale. Sono rimasto veramente sorpreso dalla qualità dei contenuti e dal modo in cui sono stati esposti.[…] Mi dispiace che i tuoi testi non vengano fatti leggere nelle aule degli atenei, perché secondo me quello è il loro posto. […] i tuoi libri sono gli unici che mi danno soddisfazione e mi fanno essere orgoglioso della psicologia qui in Italia. Sei un grande, un mito, sei oro colato e la mia aspirazione.

Matteo Camarota (Su facebook) .

Print Friendly, PDF & Email