List

La ginnastica aumenta le sinapsi del cervello

Niente può apparire più lontano dall’attività intellettiva che l’esercizio fisico.

Eppure, sembra che coniando il motto “mens sana in corpore sano” il poeta latino Giovenale avesse proprio colto nel segno. Christina Chatzi Yingyu Zhang, Wiiliam Hendricks e altri studiosi della OHSU dell’Oregon hanno, infatti, scoperto che fare dello sport, anche in modo saltuario, induce alcuni geni a creare nuove sinapsi (“allacciamenti”) tra i neuroni.

Per ottenere questo effetto non è necessario “sciropparsi” cicli quotidiani di pilates o fare la preparazione atletica per la maratona di New York precisa in un’intervista Gary Westbrook, co-autore dello studio e docente di neurologia presso la Scuola di Medicina OHSU.

Ricerche precedenti condotte su animali e esseri umani dimostrano che la pratica sportiva regolare favorisce l’efficienza complessiva del cervello; tuttavia, la non è stato possibile distinguere quelli che sono i benefici generali dell’esercizio sull’organismo (cuore, fegato e muscoli) dall’effetto specifico sul sistema nervoso centrale. Ad esempio, un cuore sano ossigena l’intero corpo, cervello incluso: è il caso della spinta idraulica che, nello jogging parte quando la pianta del piede colpisce il suolo, migliorando lo scorrimento del sangue e che, naturalmente, accelera anche il flusso sanguigno nel cervello.

I neuroscienziati della OHiSU di Portland, in Oregon, lavorando con i topi, hanno voluto capire se anche una singola sessione di ginnastica aerobica possa provocare delle modificazioni sul piano cerebrale e nello specifico nell’ippocampo (sede della memoria degli eventi e che é già stata individuata come un’area il cui metabolismo cambia con l’esercizio fisico regolare.

Lo ha provato, fra i tanti, un team di studiosi del californiano “Institute for Brain Aging and Dementia”, guidati dalla ricercatrice Nicole Berchtold, hanno scoperto che nell’ippocampo di dei topi che praticavano con costanza dell’attività “ricreativa”, era aumentata la concentrazione di BDNF (fattore neurotrofico di crescita cerebrale); il livello restavano alti anche a distanza di giorni dalla sospensione dell’attività.

Come premesso, gli scienziati dell’HOSU hanno elaborato l’ipotesi che anche un’unica sessione di ginnastica potenziasse il cervello.

Per verificare questa idea hanno “alloggiati” dei roditori in gabbie attrezzate di ruote per circa 2 ore su delle ruote; li le cavie venivano lasciate percorrere una serie di giri equivalente a un percorso di alcuni km.

Successivamente il “sacrificio” dei topolini ha dato modo di esaminare il loro ippocampo con la tecnica della microdissezione per acquisizione laser (LCM), un procedimento che consente di isolare specifiche cellule o tessuti.

In questo modo, i ricercatori hanno appurato che anche una sola sessione di ginnastica è sufficiente per promuovere un aumento delle sinapsi nella sede cerebrale della memoriamo. Gli scienziati hanno fatto la scoperta chiave puntando l’attenzione su una particolare classe di geni.

Il “trasformatore” dell’energia cinetica in crescita delle connessioni tra i neuroni è stato individuato in un gene che non era stato preso in esame nelle precedenti indagini: l’Mtss1L. Questo gene contiene le istruzioni per la codifica di una proteina responsabile delle plasticità della parete cellulare.

Per approfondire
Il Linguaggio Segreto dei Sintomi

In pratica, l’Mtss1 attivato dall’esercizio fisico promuove il “germogliare” di “spine dendritiche”: ramificazioni dei dendriti (estensioni dei neuroni che creano le reti fra i neuroni) dove, appunto, si formano le sinapsi.

In conclusione, chi vi appresti ad affrontare un esame, un colloquio di ammissione o una selezione per un posto, dimenchi fosforo e magnesio e si predisponga a fare una lunga corsa o una sostenuta pedalata in bicicletta.

  Categoria: In evidenza

1 2 3 33
luglio 19th, 2019

Un po’ di sport crea nuove sinapsi nel cervello

Anche un’isolata sessione di esercizio fisico induce una partcolare classe di geni a produrre nuove sinapsi nell’ipotalmo, la sede cerebrale della memoria, rendendoci più lucidi, freschi e concentrati; la condizione indeake per affrontare un esame, un colloquio di lavoro o una selezione per un avanzamento di carriera.

luglio 8th, 2019

Depressione + Stress peggiorano la circolazione

In chi è depresso e vive intensi livelli di stress l’endotelio (il rivestimento interno) delle vene si sclerotizza, provocando alla lunga disturbi della circolazione sanguigna e cardiaci.

luglio 2nd, 2019

Mamma e papà freddi accorciano la vita dei figli

Si sapeva che lo stress rende più vulnerabili alle malattie e riduce le aspettative di vita, ma ora un nuovo studio dimostra che lo stesso effetto lo procurano dei genitori freddi e criticità: questo loro atteggiamento riduce la lunghezza dei telomeri; frammenti del DNA che hanno un ruolo cruciale nella replicazione cellulare.

giugno 22nd, 2019

Il contatto visivo sincronizza i cervelli

Il contatto visivo ha un potere unico: quando si realizza si crea un ponte tra le persone, sincronizzando l’attività dei loro cervelli e suscitando in un attimo un’intimità rapidissima, profonda e intensa

giugno 16th, 2019

Te la prendi con chi capita a tiro? La causa é nel cervello

Quando abbiamo avuto una giornata snervante, non appena tornati a casa, possiamo prendercela, con un pretesto, con un familiare che non c’entrano niente. In quelle situazioni, quello che ci porta ad avere questi sfoghi é la disattivazione di un’area cerebrale, la giunzione temporoparietale.

giugno 12th, 2019

Quel sorriso mi da i brividi … non sempre questa mimica allieta

Il sorriso, una delle espressioni più universali, solitamente esprime felicità e allegria, ma con piccole variazioni (un angolo delle labbra sollevato, o entrambe le labbra tirate verso l’interno, ecc.) comunica messaggi diversi … a volte con effetto opposto a quello immaginato: può infatti incutere soggezione, riverenza e inquietudine.

giugno 9th, 2019

Scoperto il segreto del sorriso

Il sorriso apre tutte le porte … lo sappiamo per esperienza: se qualcuno ci sorride in modo sincero fa sorridere anche noi, ci allieta, ci mette di buon umore e ci rende disponibili, ma soprattutto provoca nel cervello lo stesso effetto di una droga.

giugno 8th, 2019

Lo smog é una camera a gas per il cervello

L’inquinamento da gas, combustibili e, perfino, rifiuti urbani laciati imputridire nei cassonetti intossica il cervello di bambini e adolescenti contribuendo allo sviluppo di disturbi psichiatrici, ansia e compromentendo le facoltà cognitive e la socializzazione.

giugno 5th, 2019

Quando il sistema immunitario se la prende con il cervello

Da tempo si sa della stretta relazione tra sistema immunitario e cervello: quando siamo sotto stress, in ansia o depressi anche il sistema di difesa del nostro organismo si indebolisce. Ora, però, una nuova ricerca dimostra che é vero anche il contrario: in determinate circostanza, i globuli bianchi “derubano” il cervello di sostanze essenziali per la produzione di neurotrasmettitori indebolendo memoria e risposta emotiva.

giugno 1st, 2019

Quanto piaci dipende anche dal tuo nome

Ci sono nomi che piacciono, nomi che sono di moda e nomi che si addicono o meno alla persona; in […]